Home - Il Presidente della Regione Mario Oliverio illustra il progetto “LIFE PAN”

LA REGIONE CALABRIA PUNTA SULLA NATURA

CON IL PROGETTO ‘PAN LIFE’ UN PIANO DI SVILUPPO E PROMOZIONE PER LA SALVAGUARDIA DEI SITI RETE NATURA 2000

 

Catanzaro, 7 marzo 2016 – Una posizione geografica invidiabile, un territorio peculiare e una lunga costa affacciata su due mari rendono la Calabria un patrimonio di biodiversità tra i più ricchi d’Italia e d’Europa. Una ricchezza che si manifesta in 69 “habitat” d’interesse comunitario (di cui 18 prioritari) tra siti marini e terrestri, custoditi in 184 siti Natura 2000 che ricoprono circa 19% del territorio regionale. In queste aree sono tutelate inoltre ben 29 specie animali e 8 specie vegetali considerate d’interesse comunitario ed inserite nell’allegato II della Direttiva Habitat, 77 specie di uccelli di Allegato I della Direttiva Uccelli, e numerose altre specie di interesse conservazionistico e biogeografico.

Puntare sulla biodiversità diventa, dunque, per la Regione Calabria un imperativo al quale non può sottrarsi in vista anche del raggiungimento degli obiettivi della strategia UE per la biodiversità e al raggiungimento entro il 2020 dell'obiettivo principale dell'UE di "arrestare la perdita di biodiversità e il degrado dei servizi ecosistemici nell'UE entro il 2020, e ripristinarli nei limiti del possibile, incrementando nel contempo il contributo dell'UE alla prevenzione della perdita di biodiversità a livello mondiale".

Lo strumento con cui la Regione Calabria intende raggiungere questo ambizioso obiettivo si chiama PanLife, (Programma Azione Rete Natura 2000), un progetto finanziato dalla Commissione Europea con il programma LIFE, uno strumento finanziario interamente dedicato alla rete ecologica diffusa su tutto il territorio dell'Unione Europea, istituita per garantire il mantenimento a lungo termine degli habitat naturali e delle specie di flora e fauna minacciati o rari a livello comunitario.

A presentare il progetto nella sede della “Cittadella” regionale, l’Assessore all’Ambiente regionale Antonietta Rizzo, a testimonianza dell’impegno della Regione a realizzare iniziative finalizzate a proteggere e valorizzare l’ambiente naturale.

Il progetto europeo vede coinvolti vari Dipartimenti e Settori della Regione: il Settore Cooperazione e Internazionalizzazione del Dipartimento Presidenza in qualità di Capofila e come beneficiari associati il Dipartimento Politiche dell´Ambiente/Settore Aree naturali protette, ed ancora Green Factor, il Dipartimento di Biologia, Ecologia e Scienze della Terra – DiBEST dell’Università della Calabria, il Dipartimento di Agraria dell’Università degli Studi “Mediterranea” di Reggio Calabria, Comunità Ambiente, Chlora e l’associazione CTS, Centro Turistico Studentesco e giovanile.

Il progetto prevede la realizzazione di un set di iniziative quali un’indagine sui posti di lavoro collegati alla Rete Natura 2000, uno studio sul valore del servizi eco sistemici, la predisposizione di un piano di monitoraggio per specie e habitat, la realizzazione di un finanziario per la gestione della Rete Natura 2000 e molte altre importanti attività che sono propedeutiche alla predisposizione di una strategia regionale che sarà costruita con il coinvolgimento attivo dei portatori d’interesse presenti sui territori che saranno attivamente coinvolti attraverso un capillare processo di consultazione che si svolgerà a livello provinciale. Il progetto consentirà anche di comunicare e di coinvolgere i cittadini che saranno informati dell’esistenza e del valore delle aree Natura 2000 e che verranno coinvolti in una innovativa attività di citizen science che prevede la raccolta e la segnalazione di dati su alcune specie attraverso una semplice applicazione multipiattaforma che consentirà di inviare foto e segnalare minacce.

“La Calabria ha un patrimonio di biodiversità tra i più ricchi d’Italia e d’Europa. Il nostro obiettivo - – afferma il Presidente della Regione Mario Oliverio - grazie anche a questo progetto LIFE, è quello di dotarci di una strategia di lungo termine che ci consenta di ripristinare uno stato soddisfacente di conservazione di specie ed habitat garantendo, al contempo, una gestione a lungo termine dell’intera “Rete Natura 2000” regionale. Questo, nella consapevolezza che, per la nostra Regione, la tutela della biodiversità è di fondamentale importanza, sia perché garantisce i cosiddetti servizi eco sistemici alla collettività, sia perché, se opportunamente valorizzata, è in grado di costituire una risorsa per lo sviluppo di attività economiche come il turismo in grado di generare lavoro e benessere”.

 

 

 

www.panlife.eu

www.cooperare.calabria.it

Top